Bagnoli FuturaPASQUALE VESPA [da: la Municipalità 14/01/2009] Il rilancio sociale ed economico di Napoli Ovest è tra le priorità programmatiche di Mario Raffa, confermato dal sindaco Rosa Russo Iervolino nella giunta comunale dopo il rimpasto del 5 gennaio. Persa la delega al personale, Raffa concentrerà le sue attenzioni sullo sviluppo e sul lavoro. Con particolare attenzione al processo di riqualificazione in corso nell’area ex-Italsider.

Assessore, ha perso la delega al personale ma ha ricevuto nuove deleghe collegate allo sviluppo.

La modifica delle deleghe assegnatemi è avvenuta in accordo con il Sindaco, potrò concentrarmi a tempo pieno sui temi dello sviluppo e del lavoro. Alle deleghe già in mio possesso sono state aggiunte Ricerca, Innovazione, Attività produttive, sportello unico e zona franca.

A quali azioni sta lavorando?

Stiamo cercando di dare risposte sostenibili sia sul breve che sul medio periodo. Mi spiego. In stretto rapporto con le vocazioni socio-economiche dei quattro distretti economico-sociali individuati (Est, Ovest, Centro e Nord) sono state tracciate le linee di sviluppo di ciascuna area. Nel caso specifico dell’area flegrea abbiamo avviato una campagna d’ascolto che possa consentirci di partire dalle vocazioni e dalle preesistenze del territorio per un definitivo rilancio di quello che una volta era il più grande bacino industriale di Napoli. Lo sviluppo del distretto socio-economico di Napoli Ovest partirà dalla messa in rete di realtà importanti come Città della Scienza, con il suo incubatore di imprese nel campo dell’ICT, il Centro Ricerca Motori del CNR, l’Università, la sede RAI di Fuorigrotta. Sull’area dell’ex Italsider sta per essere realizzato un Polo Ambientale che rappresenterà il primo nucleo di un vero e proprio distretto industriale di imprese operanti nel campo delle tecnologie per l’ambiente.

Qual è il Bilancio dei primi 7 mesi?

Fin dal primo giorno del mio mandato il motto è stato:prima fare e poi dichiarare. Ad appena sette mesi da quel momento, posso affermare che la discontinuità voluta dal sindaco nell’ambito dello sviluppo sta producendo in città un positivo segnale di cambiamento che spesso però non viene comunicato come si dovrebbe. Marcatempo, riorganizzazione mercati, ipotesi di stabilizzazione LSU, l’inserimento di Napoli nella Rete delle Città Competitive ed il sistema di valutazione del personale (SISVAL) premiato dal Ministro Brunetta che lo ha inserito tra le 100 migliori pratiche degli enti locali.

Come vede la nuova squadra di amministratori messa in campo dalla Jervolino?

Va ricordato che, tra il rimpasto di maggio scorso e quello attuale, si è avuta l’entrata in giunta di dieci nuovi assessori, scelti all’interno della comunità scientifica e delle categorie professionali e produttive della città. Dunque credo si possa parlare di un vero e profondo rinnovamento.


Nessun commento

Non c’è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.